Detrazioni Affitto Casa

Nella dichiarazione dei redditi si può detrarre anche l’affitto: chi vive in un appartamento in affitto (locazione ad uso abitativo) ha diritto alle agevolazioni fiscali da inserire nel Modello 730 o nel Modello Unico 2015.
Le detrazioni fiscali sono diverse in base al tipo di contratto stipulato:
Detrazione affitto canone concordato
Gli inquilini che vivono in una casa in affitto a canone concordato possono riportare nella dichiarazione dei redditi la detrazione fiscale forfettaria in base al reddito annuale:
• 495.80€ per reddito annuo fino 15493.71€
• 247.90€se ha un reddito annuo superiore a 15493.71€ e fino a 30987.41€; oltre questa soglia non è prevista nessuna detrazione
Detrazione affitto canone libero
Per gli inquilini che hanno firmato un contratto a canone libero gli sgravi fiscali sono:
• 300€ per reddito annuo fino 15493.71€
• 150€se ha un reddito annuo superiore a 15493.71€ e fino a 30987.41€; oltre questa soglia non è prevista nessuna detrazione
Detrazione affitto alloggi popolari
Anche chi paga l’affitto per una casa popolare ha diritto a delle agevolazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi (valide solo per gli anni 2014/2015/2016):
• 900€ per reddito annuo fino 15493.71€
• 450€ se ha un reddito annuo superiore a 15493.71€ e fino a 30987.41€; oltre questa soglia non è prevista nessuna detrazione
Detrazioni fiscali sull’affitto per i giovani
Chi ha un’età massima di 30 anni può contare su agevolazioni fiscali fino a 991,60 euro per l’affitto della casa principale se ha un reddito annuo di 15493,71€. L’immobile in questione non può essere quello dei genitori, della famiglia ed il contratto deve essere stato stipulato dopo il 2007 e gli aiuti sono validi solo per i primi 3 anni dopo la firma.
Detrazione dell’affitto per studenti universitari fuori sede
Per gli universitari fuori sede c’è una detrazione del 19% sulla spesa annuale da calcolare su un massimale di 2633€ e per potere usufruire di queste detrazioni bisogna fare richiesta alla facoltà universitaria.
Detrazione affitto lavoratori in trasferta
Il lavoratore che affitta un’abitazione in un Comune diverso dal suo (distante almeno 100 km ed in un’altra Regione rispetto a quello originale) e vi deve trasferire la residenza ha diritto alle agevolazioni fiscali di:
• 991.60€ se il reddito annuo complessivo non supera i 1549371€
• 495.80€ se compreso tra 1549371 e 30987.41€

Fonte: ilportafoglio.info

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...