Diritto di usufrutto di un immobile: quali sono diritti e doveri

Il diritto di usufrutto di un immobile dura tutta la vita, non si può modificare la destinazione economica ma è consentito darlo in locazione

L’usufruttuario di un immobile ha il diritto di godere e disporre di una proprietà di altri traendo tutte le utilità che possono derivarne, con l’obbligo di non mutare la destinazione economica. Il destinatario dell’usufrutto, inoltre, non è obbligato ad abitarci ed ha la possibilità di darlo in affitto ad altri e di incassare i canoni di locazione senza nulla dover riconoscere al proprietario della casa.

Come spiega La legge per tutti, una delle domande ricorrenti è se l’usufruttuario possa vivere altrove e quanto dura. L’usufrutto è di solito a vita, vale a dire che solo quando verrà a mancare il beneficiario si estingue e l’immobile torna nella piena disponibilità del proprietario. Molto importante sapere che l’usufrutto non si trasferisce agli eredi.

La legge non stabilisce un termine minimo per l’usufrutto, ma impone solo il limite massimo. Se a beneficiarne è una persona fisica, non può mai eccedere la vita dell’usufruttuario, alla sua morte l’usufrutto si estingue; non può eccedere i 30 anni se si tratta di una società, ente o associazione, a meno che l’usufruttuario sia un ente pubblico e i beni concessi in usufrutto siano destinati a un pubblico servizio.
L’usufrutto perpetuo su beni immobili non è più previsto dal Codice Civile.

L’estinzione dell’usufrutto avviene solo nel caso di morte del beneficiario, di rinuncia da parte dell’usufruttuario, di abusi sull’immobile, distruzione o acquisto da parte dell’usufruttuario. La prescrizione interviene se non si usa l’immobile per vent’anni.

Non è quindi causa di estinzione dell’usufrutto se non si vive più dentro l’appartamento purché si esercitino i diritti tipici dell’usufrutto come, ad esempio, dare in affitto l’immobile e riscuotere i relativi canoni di locazione. Il non utilizzo della casa non fa venire meno l’usufrutto anche oltre i 20 anni. Chi va vivere altrove e dà in affitto la casa su cui ha l’usufrutto non perde il proprio diritto.

Fonte: homerating.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...