Autorizzazione per la locazione commerciale negata: il risarcimento

In caso di autorizzazione per la locazione negata, l’affittuario può chiedere il risarcimento al proprietario dell’immobile?

Prima di iniziare qualsiasi attività in un immobile preso in affitto, è necessario accertarsi che ci siamo tutte le autorizzazioni obbligatorie per poter esercitare e prestare molta attenzione alle clausole contrattuali. Infatti, accorgendosi in un secondo momento che non ci sono le autorizzazioni comunali (commerciali e amministrative) per l’inizio dell’attività commerciale, il conduttore non può richiedere il risarcimento dei danni al locatore, salvo che nel contratto stipulato sia espressamente dichiarato che la richiesta fosse a carico del proprietario dell’immobile.

Come riportato da La legge per tutti, questo è quanto ha sancito una recente sentenza della Corte di Cassazione e della Corte d’Appello di Milano. A meno che non ci sia un patto contrario tra le parti, non è compito del locatore ottenere le autorizzazioni necessarie per l’utilizzo dell’immobile preso in locazione.

Di conseguenza, se l’affittuario non dovesse ottenere le opportune autorizzazioni, il locatore non ha alcuna responsabilità per inadempimento. Il discorso è valido anche nel caso in cui l’autorizzazione viene negata per le caratteristiche del bene locato, in particolar modo quando nel contratto di locazione, il conduttore dichiara di aver visionato il locale e di averlo trovato idoneo all’uso.

La destinazione particolare cui si vuole destinare l’immobile, tale da richiedere che lo stesso sia dotato di precise caratteristiche e che ottenga specifiche licenze amministrative, può costituire condizione di efficacia o contenuto dell’obbligo del locatore nella garanzia di pacifico godimento dell’immobile in relazione all’uso convenuto.

Tutto ciò è possibile solo se ci sono stati degli accordi ben precisi in tal senso, non è sufficiente dichiarare che la locazione è stata stipulata per un determinato uso e l’attestazione del riconoscimento della idoneità dell’immobile da parte del conduttore. In altre parole, il proprietario potrebbe garantire che l’immobile è utilizzabile per l’uso richiesto dal conduttore, solo se ciò è espressamente previsto dal contratto di locazione.
In caso contrario, esse restano a carico del conduttore anche quando il contratto di locazione sia attivato per destinare l’immobile ad uso specifico e particolare ma non sia espressamente stabilito l’obbligo a carico del locatore.

Fonte: homerating.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...