Spese condominiali dopo la vendita della casa: a chi spetta il pagamento

Le spese condominiali dopo la vendita della casa spettano al venditore o all’acquirente? Cosa dice la legge

Quando si vende una casa, non sempre è chiaro chi debba pagare le spese condominiali. E’ innanzitutto fondamentale fare una distinzione fra spese ordinarie di gestione e spese straordinarie.

A dare qualche chiarimento è La legge per tutti. Per spese condominiali si intendono, in linea generale, quelle di gestione ordinaria, vale a dire le spese che riguardano la tenuta delle parti comuni, ad esempio, la pulizia delle scale, la luce, il giardino, e via dicendo.

Chi tra venditore e acquirente deve pagare? Il Codice Civile stabilisce che le spese relative all’anno in cui è avvenuto e per quelle dell’anno precedente, l’amministratore può rivolgersi sia al venditore che all’acquirente; le spese relative agli anni pregressi sono a carico del venditore; per le spese relative agli anni successivi a quello del rogito è obbligato solo l’acquirente.

Quindi, dopo la vendita dell’immobile in condominio, all’acquirente si trasferisce automaticamente anche l’obbligo di pagamento delle spese condominiali, anche se le obbligazioni sorte fino al momento della vendita rimangono proprie del venditore.

Quanto ai debiti che ha lasciato il vecchio proprietario, nonostante l’obbligo sia a carico del venditore, il Codice Civile prevede una eccezione a questo principio: chi subentra nei diritti di un condòmino è obbligato in solido verso il condominio per i contributi inerenti all’anno precedente ed a quello nel corso del quale è avvenuta la vendita. Essere obbligati in solido significa semplicemente che è possibile che arrivi una richiesta di pagamento degli arretrati. Ciò vuol dire che l’acquirente, in caso di inadempienza da parte del venditore, può essere chiamato dal condominio al pagamento degli oneri spettanti in realtà al vecchio proprietario.

Tuttavia, l’acquirente che ha dovuto pagare somme a lui non imputabili, può sempre rivalersi nei confronti di quest’ultimo.

Diverso è il discorso per le spese per i lavori straordinari. Secondo la Cassazione, nel caso di esecuzione di lavori straordinari ad essere obbligato è il condomino che ha deliberato quelle spese, al di là del fatto che rimanga tale anche nel corso della esecuzione delle opere. A rendere obbligato il venditore al pagamento delle spese è il fatto di avere avuto la qualifica di condomino in occasione dell’assemblea di approvazione dei lavori. La successiva assemblea di ripartizione delle spese deve considerarsi, dunque, solo come momento di precisazione dell’importo da pagare.

E’ molto importante che l’acquirente si informi sulla situazione debitoria del venditore nei confronti del condominio. Per difendersi da eventuali spese non preventivate, l’acquirente può pretendere dal venditore di farsi rilasciare dall’amministratore di condominio una dichiarazione che attesti che alla data della vendita della casa, sono state integralmente pagate le spese condominiali maturate fino a quel momento. Altrettanto importante è sapere che non ci si può rivolgere direttamente all’amministratore che, per una questione di privacy, può rifiutarsi di darne informazioni.

L’alternativa è concordare nel contratto di vendita che delle spese di condominio eventualmente maturate nell’anno in corso o in quello precedente si faccia carico solo il venditore e che, quindi, non ricadano anche sull’acquirente. Infine, l’accordo ha valore solo per le parti interessate e non vincola il condominio che potrà rivolgersi ugualmente al nuovo condomino, salvo poi il diritto di regresso verso il venditore.

Fonte: homerating.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...