Recinzione di una proprietà privata: quando è necessario il permesso di costruire

Per realizzare la recinzione di una proprietà privata è necessario il permesso di costruire? Cosa dice la legge

Torniamo a parlare di permessi di costruire, nello specifico, della eventuale autorizzazione comunale necessaria per realizzare una recinzione di una proprietà privata, ad esempio un terreno per il quale si decide di delimitare il confine con altre proprietà.

Trattandosi di recinzioni fatte all’interno della proprietà che non implicano alcuna modifica del territorio, si potrebbe pensare che non sia necessario richiedere alcun permesso di costruire. Di tanto si è occupato recentemente il Tar Campania. Come riporta La legge per tutti, i giudici hanno spiegato che le eventuali autorizzazioni da presentare al Comune molto dipendono dalla natura dei lavori da eseguirsi.

Ci sono alcuni lavori che possono essere effettuati senza permesso di costruire, vale a dire quelli che rientrano nella cosiddetta edilizia libera. Secondo i giudici, per come genericamente indicate dalla legge, non vi sono però le recinzioni. In altre parole, una staccionata o dei paletti di delimitazione di una proprietà privata sono soggetti alle varie comunicazioni al Comune. Il dubbio da districare è se è necessario il permesso di costruire o una semplice Scia.

A contare sono la natura dell’intervento e le dimensioni. La giurisprudenza afferma che la valutazione sulla necessità, o meno, del permesso di costruire, deve tenere anche conto della destinazione e funzione delle opere. Pertanto, se si tratta di opere in muratura non facilmente rimovibili, queste incidono in modo permanente sull’assetto edilizio del territorio, pertanto, è necessario il permesso di costruire, ma a tal fine occorre avere riguardo a tutte le opere realizzate nel loro complesso. In questo caso, la violazione della normativa comporta la sanzione dell’obbligo di demolizione e la contestazione del reato di abuso edilizio.

Diverso è il discorso se si tratta di opere leggere, come nel caso deciso dal Tar Campania che si era occupato della realizzazione di una palizzata in ferro che delimitava un’aria condominiale, fatta con lo scopo di prevenire la sosta selvaggia delle auto di sconosciuti ed il deposito della spazzatura senza regole. Oppure è il caso di recinzioni che hanno lo scopo di abbellire la proprietà privata e delimitarla a scanso di equivoci sui confini.

In tal caso la giurisprudenza ha giudicato tali opere come mere pertinenze, per le quali sarebbe sufficiente la Dia; la violazione della legge implicherebbe soltanto l’applicazione di una semplice sanzione pecuniaria (non anche la demolizione). Molte sentenze escludono che si possa ordinare la demolizione della recinzione fatta con una rete metallica, sul presupposto che essa non sia soggetta al permesso di costruire.

Fonte: homerating.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...